Franco Ungaro

Proprio giù in fondo che più giù, più in fondo non si può. A Leuca, a finisterrae.
Per noi di fuori, Il posto si chiama Smarè Scuola di Vela. I nati lì lo chiamano il Canale del Pardo o la spiaggia dei cavalli.
Proprio lì, tra il mare e la pineta, con gli allievi dell’Accademia Mediterranea dell’Attore porto per il secondo anno scrittori salentini e non a presentarsi e presentare i propri libri. Quest’anno dal 18 luglio ci terranno compagnia Simona Cleopazzo e Maria Cucurachi (18 luglio), Simona Toma (19 luglio), Marino Niola con Andrea Carlino e Antonello Caporale (20 luglio), Nico Barletti con Marcello Aprile (2 agosto), Toni De Veglia con Totò Vallo (3 agosto).
Un festival, una rassegna? Niente di impegnativo.
Solamente un libro, un attore e tante storie.
Tutto molto semplice.
Giusto il desiderio di ascoltarci a vicenda e di incontrarci.
Dimenticavo il titolo, RACCONTI DI MEZZANOTTE A FINISTERRAE. Anche se iniziamo alle 22.

Translate »