Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 17/05/2017

IL CASO DEL «DIAMANT» A LEUCA

Dayacht di lusso a rottame
una storia di mala burocrazia

Arrivato due anni fa dalla Siria con una famiglia in fuga fu sequestrato e abbandonato. Era stato chiesto uso come barca scuola

SANTA MARIA DI LEUCA – Tra i barconi abbandonati in porto spunta il caso «Diamant», uno yacht superlusso da quasi mezzo milione di euro che oggi vale meno di un rottame.
Dopo la pubblicazione della nostra inchiesta sulle grandi barche lasciate in porto dai migranti dopo la traversata e destinate a finire affondate o distrutte, è emersa la particolare situazione di un natante che si trova in porto dall’agosto 2015.
Quando arrivò a Leuca l’imbarcazione aveva a bordo una facoltosa famiglia siriana in fuga dalla guerra che tentava di entrare clandestinamente nel nostro Paese. Terminata la procedura dello sbarco l’interesse sullo yacht aumentò e pian piano venne fuori la sua storia.

Per leggere tutto clicca sul link seguente:

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/lecce/890591/dayacht-di-lusso-a-rottame-una-storia-di-mala-burocrazia.html

Translate »